Il progetto “e-Res@mont” è in concorso per il RegioStars Award dell’Unione Europea.
Per aumentare le probabilità di vittoria si può mettere un LIKE collegandosi a questo indirizzo: https://ec.europa.eu/regional_policy/en/regio-stars-awards/2019/categ5
scorrendo fra i titoli in gara e cliccando sul “thumb up” (l’icona del pollice alzato!), il voto è avvenuto.

Il progetto e-Res@mont ha realizzato un sistema di telemedicina mediante una piattaforma innovativa che è stata utilizzata sia nei rifugi di alta quota, come il rifugio Torino e il rifugio Mantova, sia in rifugi di media quota in Valle d’Aosta. Sono state anche effettuate misurazioni di parametri fisiologici, come il monitoraggio della pressione arteriosa, la saturazione, monitoraggio elettrocardiografico ed anche ecografico. Nel progetto erano presenti nei rifugi degli infermieri formati ad hoc, ma nel futuro è ipotizzabile una piattaforma di teleconsulto utilizzabile dallo stesso soggetto che si trovai in montagna presso un rifugio o un bivacco dove è disponibile la piattaforma. Il soggetto si può automisurare alcuni parametri che vengono inviati in tempo reale al medico che viene contattato mediante un tablet.
Nei 3 mesi estivi (2017) e in un mese invernale (2018) di utilizzo della piattaforma sono stati effettuati 702 teleconsulti in 8 sedi prescelte. Considerando che il costo medio di trattamento di emergenza in ospedale nella Regione Valle d’Aosta è di 241€, che un volo di elicottero senza personale medico e infermieristico costa 120€ al minuto, escludendo i benefici e i risparmi indiretti, e contando esclusivamente i costi diretti per aver evitato in 13 casi l’utilizzo dell’elicottero e il trattamento di emergenza in ospedale, il progetto e Res@mont ha consentito un risparmio superiore ai 75-mila euro.